Il PRA Lab nella stampa italiana

Leggi anche gli articoli della stampa internazionale

27/02/2014 - Carmelia Ciriello - su ingnegneri.info e su tecnici.it
Illbuster mira a sviluppare un sistema integrato per il rilevamento automatico di attività illegali su web. Sara' finanziato dall'Ue. Il progetto sarà condotto dal Pra Lab con finanziamenti Ue e punta all'identificazione di domini e contenuti maligni con l'analisi del traffico Dns.

19/02/2014 - Massimo Ledda - L'Unione Sarda
Università, lotta al cybercrimine. Cagliari diventa capitale mondiale. Contro l'emergenza del nuovo millennio un progetto finanziato dall'Europa.

17/02/2014 - Mario Frongia - Unica.it
CRIMINI DIGITALI. L’ateneo di Cagliari capofila del progetto ILLBuster. Finanziato dalla Commissione Europea, coinvolge anche Polizia postale e Guardia di finanza. Domani e dopo, meeting internazionale in città. Tra i temi, prevenzione e lotta a domini e pagine web maligne, contenuti pedopornografici, cyber terrorismo.

20/01/2014 - Gian Luca Marcialis, Luca Ghiani, Valerio Mura, Pierluigi Tuveri - torinoscienza.it
Da una decina d'anni la verifica di identità delle persone sta passando dai mezzi tradizionali, quali carte di identità, badge e password (che non garantiscono chi si è, ma cosa si possiede o cosa si ricorda), a sistemi di riconoscimento biometrico che ci riconoscono per ciò che effettivamente siamo.

Dicembre 2013 - Antonio Marini - BancaFinanza
I nuovi malware riescono a intercettare i Token, mentre una ricerca finanziata dall'UE scopre falle nella biometria. Ecco le contromisure per proteggere i conti correnti online.

09/12/2013 - torinoscienza.it
L’Università di Cagliari, attraverso il suo PRA Lab, partecipa al nuovo progetto  MAVEN, finanziato dalla Commissione Europea, portando la sua esperienza nell’ambito nell’ambito della Classificazione e Ricerca di Documenti, Immagini e Video.

09/12/2013 - passionetecnologica.it
Il Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica dell’Università di Cagliari ha avviato MAVEN, progetto – coordinato da Gradiant, centro di ricerca  di Vigo (Spagna).

05/12/2013 - Matteo Mauri - comunicatistampa.net
Copyright e verifica dell'integrità di testi, immagini e multimedia; etichettatura semiautomatica di librerie digitali; ricerca basata sul contenuto. Questi i principali temi di MAVEN, europrogetto che fornirà alle PMI validi strumenti per la gestione e la verifica dei propri contenuti multimediali.

04/12/2013 - Carmelia Ciriello - su ingnegneri.info e su tecnici.it
Coordinato dal centro di ricerca spagnolo Gradiant; fra i partecipanti al progetto, il Pra Lab dell'Università di Cagliari, che contribuirà allo sviluppo di dispositivi per la classificazione dati. Finanziato dalla Commissione europea nell'ambito del settimo programma quadro “Ricerca a beneficio delle piccole e medie imprese”, Maven è un progetto finalizzato all'introduzione di tecnologie innovative per accrescere la competitività delle aziende.

04/12/2013 - Maria Sciola - comunecagliarinews.it
Avviato nell'Ateneo isolano il progetto di ricerca Europeo nell’ambito della Classificazione e Ricerca di Documenti, Immagini e Video tramite un sistema informatico avanzato.

02/12/2013 - Unica.it
Il team di MAVEN durante l’incontro che ha sancito il via al progetto (sede: azienda Xtream, Madrid). In prima fila a destra il prof. Roli (direttore del laboratorio PRA Lab, che rappresenta l’Università di Cagliari in questo progetto) e a sinistra l’ing. Davide Ariu, (ricercatore all’interno dello stesso laboratorio e Project manager di MAVEN per il PRA Lab).

20-11-2013 - Antonio Cau, Cristian Milia, Matteo Mauri, Davide Ariu - Linux Pro, Novembre 2013
Lo smartphone che tenete in tasca è in pericolo, lo sapete? Ma noi vi diciamo come metterlo in sicurezza, non vi preoccupate. In questo articolo parliamo di Mobile Botnet, ovvero reti di dispositivi mobili infettati da software malevolo che rende tali dispositivi controllabili da remoto. Nella seconda parte dell’articolo presenteremo Secure Barcode Scanner, un’applicazione per la piattaforma Android pensata per prevenire gli attacchi ai dispositivi mobili veicolati tramite QR Code...

Pages