Notizie

 

Workshop conclusivo del progetto CyberROAD: "Future Challenges in Cyber Crime and Cyber Terrorism Research: the CyberROAD perspective"

Il 25 Maggio 2016, presso l'aula Magna della Facoltà di Ingegneria e Architettura dell'Università di Cagliari si è tenuto l'evento conclusivo del progetto CyberROAD.

Copertura mediatica:
 
Videointerviste:


Intervista al prof. Fabio Roli, a cura di Sergio Nuvoli
Disponibile anche su Facebook

 


Intervista al prof. Fabio Roli, a cura di Mario Frongia

Galleria immagini:

 

CyberROAD (Development of the Cybercrime and Cyber-terrorism Research Roadmap) è un progetto finanziato dalla Commissione Europea all'interno del Seventh Framework Programme. La costante crescita delle attività illecite nel mondo digitale sta impattando in maniera sempre più consistente sugli aspetti sociali, lavorativi, economici e quotidiani dei cittadini Europei, sebbene i livelli di allerta e sensibilizzazione intorno a questo tema siano gradualmente cresciuti negli ultimi anni. Tuttavia, accanto a motivazioni economiche, il Cybercrime nasconde spesso anche motivazioni ideologiche, politiche e sociali.

Con lo scopo di coordinare la lotta Europea nella ricerca contro cyber crime e cyber terrorism, il progetto CyberROAD ha identificato 19 temi di ricerca sui quali l'Europa dovrà in futuro concentrare le proprie risorse per incrementare sicurezza informatica e mitigazione dei rischi.
Il progetto, che ha come scopo finale la presentazione di una Roadmap strategica per la CyberSecurity, è stato condotto da un consorzio di 20 partner internazionali (tra Università, forze dell'ordine, enti governativi, istituti di ricerca pubblici e privati), in prima linea nella lotta a Cyber Crime e Cyber Terrorism.

 

 

Future Challenges in Cyber Crime and Cyber Terrorism Research: the CyberROAD perspective

Il 25 Maggio 2016, presso l'aula Magna della Facoltà di Ingegneria e Architettura dell'Università di Cagliari (Piazza d'Armi) si terrà l'evento conclusivo del progetto CyberROAD.

Per partecipare è richiesta la registrazione all'evento (form disponibile anche in fondo alla pagina).

CyberROAD (Development of the Cybercrime and Cyber-terrorism Research Roadmap) è un progetto finanziato dalla Commissione Europea all'interno del Seventh Framework Programme. La costante crescita delle attività illecite nel mondo digitale sta impattando in maniera sempre più consistente sugli aspetti sociali, lavorativi, economici e quotidiani dei cittadini Europei, sebbene i livelli di allerta e sensibilizzazione intorno a questo tema siano gradualmente cresciuti negli ultimi anni. Tuttavia, accanto a motivazioni economiche, il Cybercrime nasconde spesso anche motivazioni ideologiche, politiche e sociali.
Con lo scopo di coordinare la lotta Europea nella ricerca contro cyber crime e cyber terrorism, il progetto CyberROAD ha identificato 19 temi di ricerca sui quali l'Europa dovrà in futuro concentrare le proprie risorse per incrementare sicurezza informatica e mitigazione dei rischi.
Il progetto, che ha come scopo finale la presentazione di una Roadmap strategica per la CyberSecurity, è stato condotto da un consorzio di 20 partner internazionali (tra Università, forze dell'ordine, enti governativi, istituti di ricerca pubblici e privati), in prima linea nella lotta a Cyber Crime e Cyber Terrorism.



AGENDA DELL'EVENTO:

9:30-10:05: Caffè di benvenuto
10:05-10:55: Opening Remarks - The CyberROAD Project Experience (The CyberROAD project, Fabio Roli, Università di Cagliari; The CyberROAD roadmap, Enrico Frumento, CEFRIEL)
10:55-11:25: Selected Research Topics from CyberROAD: Cybercrime and Cyberterrorism Research Topics, Piotr Kijewski, NASK
11:25-11:55: Selected Research Topics from CyberROAD: Cybercrime and Cyberterrorism Research Topics, Jart Armin, CyberDefcon
11:55-12:25: The Joint CAMINO/COURAGE/CYBERROAD roadmap, Ben Brewster (CENTRIC - Sheffield Hallam University, COURAGE Project)
12:25-13:55: Pranzo di Networking
13:55-14:35: Cybersecurity needs in industry and industrial products, Michele Colaianni, Università di Modena e Reggio Emilia
14:35-15:05: The Assessment of Systematic Security Risk in Interdependent Systems, Jens Grossklags, Penn State University
15:05-15:15: Considerazioni finali



FORM DI REGISTRAZIONE:


CONTATTI:
davide.ariu@diee.unica.it
matteo.mauri@diee.unica.it

  

 

 

Seminario su Mobile Forensics, edizione Settembre 2016, registrazioni aperte.

Sono aperte le iscrizioni per il Seminario Mobile Forensics, tenuto dagli Ing. Davide Ariu e Davide Maiorca.

Il seminario si propone di fornire le conoscenze di base per poter effettuare analisi forensi su dispositivi mobili (es., smartphone). In particolare, dopo una breve introduzione teorica, il seminario si svolgerà con una serie di attività pratiche volte all’uso del sistema UFED, prodotto dall’azienda israeliana Cellebrite. UFED è un potentissimo sistema di analisi di dispositivi mobili, il quale consente anche il recupero di dati precedentemente cancellati dal dispositivo. 

Requisiti.
Il seminario è aperto agli studenti di laurea magistrale in Ingegneria Elettronica e Telecomunicazioni. Il seminario ammette un numero massimo di dieci iscritti. Nel caso in cui dovessero pervenire più di dieci richieste, la precedenza verrà data agli studenti iscritti al corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica. Nel caso in cui il numero di registrazioni fosse superiore al numero di posti disponibili, verrà valutata la possibilità di organizzare un’altra edizione del seminario. Per partecipare al seminario è pertanto richiesta la registrazione (modulo nella pagina del seminario).
 
Programma e sede:
Laboratorio A del padiglione B del DIEE (primo piano)
  • 19-20-21-22-23 Settembre - Ore 15:00-19:00



 

 

Giorgio Giacinto keynote speaker ad ARES 2016, Salisburgo (31 Agosto, 2 settembre)

Giorgio Giacinto sarà keynote speaker alla conferenza ARES 2016, che si terrà dal 31 Agosto al 2 Settembre a Salisburgo, Austria. La talk dal titolo "Learning from examples in the presence of adversaries for malware detection and classification" si terrà il 2 settembre alle ore 11:00.

Dall'abstract della talk: Nowadays, machine learning techniques are increasingly employed to perform detection and classification tasks for computer security. Malware analysis is one of the prominent tasks, due to the vast amount of samples that need to be scrutinized daily. The effectiveness of machine learning approaches for malware classification and detection strictly depends on the effort spent in feature engineering, and in the choice of the learning function, with the goals of achieving high detection rate on known malware, reducing the false detection rate, and, in particular, making the system capable of detecting new malware samples specifically designed to evade the machine learning system. In this talk, I will outline some of the challenges posed by the current malware scenario, both for x86, and Android architectures, and some of the solutions proposed to design robust and effective malware detection and classification systems based on machine learning approaches.

 

 

Biometria nella PA, contro i furbetti del cartellino e altre frodi

Una PA migliore grazie le innovazioni in fatto di sicurezza digitale e firme biometriche. Contro frodi di vario tipo e per snellire la burocrazia. Ecco le frontiere dell'innovazione. Il lavoratore dipendente delle pubbliche amministrazioni è spesso al centro del mirino mediatico: tutte le tematiche inerenti il lavoro nelle pubbliche amministrazioni, nonché le procedure di selezione per ambire a lavorare nelle stesse, o ancora i bandi di gara per gli appalti pubblici, costituiscono temi particolarmente caldi, e quasi quotidianamente presenti nelle prime pagine di riviste e giornali e nelle copertine di telegiornali e programmi di informazione. Il concetto di “furbetto del cartellino” per esempio è diventato ormai di pubblico dominio e merita un posto nel frasario quotidiano e nel dizionario dei modi di dire...

Articolo completo su Agendadigitale.it

A cura di Matteo Mauri, Gian Luca Marcialis

 

 

Offerte di collaborazione e lavoro presso Plug&Wear

Plug&Wear is a spinoff of a company with 65+ years expertise in textiles and textile machinery. Its skills merge Italian textile tradition with innovation and research on Electronic Textiles. Since 2000 Plug&Wear has specialized in textile electronics. They have two positions available for two members of the Team

CTO Electronics
Sales Manager

Please see the official website for details.

 

 

Posizione aperta per ricercatore post-doc con competenze in computer vision e pattern recognition

Il PRALab sta cercando ricercatori post-doc altamente qualificati e con competenze in computer vision e pattern recognition. Le attività di ricerca che verranno svolte dalla figura ricercata saranno incentrate sullo sviluppo di strumenti avanzati basati sul Deep Neural Network (DNN) per l'estrazione di feature visive finalizzate all'interpretazione semantica di immagini in base al criterio di presenza/assenza di altri concetti semantici più elementari.

TITOLO DEL PROGETTO DI RICERCA: Advanced techniques for the identification and extraction of low-level features to the semantic interpretation of images through Deep Neural Network (DNN).
RESPONSABILE SCIENTIFICO: Prof. Giorgio Giacinto
DATA DI INIZIO: Ottobre / Novembre 2016
DURATA: 18 mesi
CANDIDATURE: Il bando ufficiale verrà pubblicato entro la fine di Agosto 2016. Per ulteriori informazioni contattare il Prof. Giorgio Giacinto (giacinto@diee.unica.it), e l'ing. Luca Piras (luca.piras@diee.unica.it)

TEMA DI RICERCA:
La diffusione di strumenti portatili per l’acquisizione di immagini e video e la disponibilità di spazio di archiviazione attraverso Internet hanno moltiplicato la possibilità di creazione di contenuti multimediali, ponendo allo stesso tempo il problema di una loro gestione efficiente in termini di classificazione del contenuto e conseguente possibilità di recupero delle informazioni. Tali contenuti sono spesso condivisi attraverso il Web e ad essi sono associati termini descrittivi spesso fuorvianti. Questo progetto poggia sull'esperienza maturata dal PRA Lab del gruppo relativamente ai sistemi di recupero multimediali interattivi. In particolare, le attività del ricercatore saranno focalizzate saranno incentrate sullo sviluppo di strumenti avanzati basati sul Deep Neural Network (DNN) per l'estrazione di feature visive finalizzate all'interpretazione semantica di immagini in base al criterio di presenza/assenza di altri concetti semantici più elementari.

REQUISITI:

•          MSc in computer science, computer engineering, electronic engineering, telecommunications engineering.
•          Esperienze di programmazione in Python o C/C++.
•          Esperienza/competenze di ricerca in computer vision, machine learning, pattern recognition (dimostrabili attraverso pubblicazioni di alto profilo scientifico)
•          Dottorato di ricerca con eccellenti riscontri accademici o almeno due anni di documentata attività di ricerca
•          Familiarità con il deep learning
•          Buona padronanza della lingua inglese (scritto e orale)

 

 

Alternanza scuola-lavoro, due studenti al PRA Lab

Nell’ambito del programma Alternanza Scuola Lavoro il PRA Lab ha ospitato 2 studenti provenienti dalle terze classi del liceo Euclide di Cagliari. Gli studenti hanno portato avanti un progetto relativo all’utilizzo di tecniche di Social Engineering nella realizzazione dei moderni attacchi informatici. Agli studenti sono stati anche presentati i temi principali affrontati dal progetto DOGANA - aDvanced sOcial enGineering And vulNerability Assesment framework, al quale il PRA Lab partecipa come Unità di Cagliari afferente al CNIT- Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni.


Servizio del TGR Rai3  - Intervista al prof. Giorgio Giacinto

 


Intervista al prof. Giorgio Giacinto
Articolo completo su UNICANEWS a cura di Sergio Nuvoli

 


Servizio del TG della rete TCS  - Intervista all'ing. Davide Maiorca
A cura di Antonello -aka Tziu- Lai

 

L'alternanza scuola-lavoro, una nuova modalità di collegamento della scuola con il lavoro, consiste nella realizzazione di percorsi progettati, attuati, verificati e valutati, sotto la responsabilità dell'istituzione scolastica o formativa, sulla base di apposite convenzioni con le imprese, o con le rispettive associazioni di rappresentanza, o con le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, o con gli enti pubblici e privati, ivi inclusi quelli del terzo settore, disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa, che non costituiscono rapporto individuale di lavoro art.4 D.Lgs. 15 aprile 2005, n. 77.

 

 

Maria Elena Chiappe tra i vincitori delle "Borse di merito per i laureati in corso dell’Anno Accademico 2014/2015"

Maria Elena Chiappe è risultata tra i vincitori del premio "Borsa di merito per i laureati in corso dell’Anno Accademico 2014/2015", bandito dall'Università di Cagliari e destinato agli studenti più meritevoli di tutto l'Ateneo. Durante il suo percorso ha lavorato alla tesi "Static Analysis and Detection of Malicious ActionScript Files through Structural and Content-based Analysis” (relatore Prof. Giorgio Giacinto).

La premiazione ufficiale si è tenuta il 30 Giugno 2016 durante l'evento UnicaComunica.

 

 

L' esperienza del progetto CyberROAD

CyberROAD (Development of the Cybercrime and Cyber-terrorism Research Roadmap) è un progetto finanziato dalla Commissione Europea all'interno del Seventh Framework Programme. La costante crescita delle attività illecite nel mondo digitale sta impattando in maniera sempre più consistente sugli aspetti sociali, lavorativi, economici e quotidiani dei cittadini Europei, sebbene i livelli di allerta e sensibilizzazione intorno a questo tema siano gradualmente cresciuti negli ultimi anni. Tuttavia, accanto a motivazioni economiche, il Cybercrime nasconde spesso anche motivazioni ideologiche, politiche e sociali.

Con lo scopo di coordinare la lotta Europea nella ricerca contro cyber crime e cyber terrorism, il progetto CyberROAD ha identificato 19 temi di ricerca sui quali l'Europa dovrà in futuro concentrare le proprie risorse per incrementare sicurezza informatica e mitigazione dei rischi.
Il progetto, che ha come scopo finale la presentazione di una Roadmap strategica per la CyberSecurity, è stato condotto da un consorzio di 20 partner internazionali (tra Università, forze dell'ordine, enti governativi, istituti di ricerca pubblici e privati), in prima linea nella lotta a Cyber Crime e Cyber Terrorism.

banner sito bianco-807.png

 


Video ufficiale del progetto

 


Intervista al prof. Fabio Roli, a cura di Sergio Nuvoli
Disponibile anche su Facebook

 


Intervista al prof. Fabio Roli, a cura di Mario Frongia



 

 

Contro il Social engineering, ecco le proposte del progetto europeo Dogana

La crescente digitalizzazione di una parte sempre più cospicua delle attività quotidiane e lavorative, genera un naturale interesse tra noi cittadini, tra amministrazioni e professionisti: sostanzialmente accogliamo con entusiasmo e favore quegli elementi innovativi in grado di facilitare le nostre vite, semplificare qualche processo, automatizzarne l’esecuzione, e perché no, farci risparmiare qualche minuto da dedicare a noi stessi, alla casa, all’intrattenimento e così via.
Il rovescio della medaglia - perché c’è un rovescio della medaglia come ci ha insegnato anche il frutto colto da Adamo - è che la digitalizzazione di dati sensibili e delle pratiche quotidiane vengono accolte con fuochi d’artificio ed entusiasmo ancora maggiore da coloro che più di tutti sono in grado di monetizzare le potenziali derive prodotte dal digitale: i criminali informatici.

Articolo completo su ForumPA.it

A cura di Matteo Mauri, Giorgio GiacintoAlessio Mulas, Davide Ariu, Fabio Roli

 

 

Seminario su Mobile Forensics, Giugno-Luglio 2016, registrazioni aperte.

Sono aperte le iscrizioni per il Seminario Mobile Forensics, tenuto dagli Ing. Davide Ariu e Davide Maiorca.

Il seminario si propone di fornire le conoscenze di base per poter effettuare analisi forensi su dispositivi mobili (es., smartphone). In particolare, dopo una breve introduzione teorica, il seminario si svolgerà con una serie di attività pratiche volte all’uso del sistema UFED, prodotto dall’azienda israeliana Cellebrite. UFED è un potentissimo sistema di analisi di dispositivi mobili, il quale consente anche il recupero di dati precedentemente cancellati dal dispositivo. 

Requisiti.
Il seminario è aperto agli studenti di laurea magistrale in Ingegneria Elettronica e Telecomunicazioni. Il seminario ammette un numero massimo di dieci iscritti. Nel caso in cui dovessero pervenire più di dieci richieste, la precedenza verrà data agli studenti iscritti al corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Elettronica. Nel caso in cui il numero di registrazioni fosse superiore al numero di posti disponibili, verrà organizzata un’altra edizione del seminario nel mese di settembre. Per partecipare al seminario è pertanto richiesta la registrazione (modulo nella pagina del seminario).
 
Programma e sede:
Laboratorio A del padiglione B del DIEE (primo piano)
  • 27 Giugno - Ore 15:00-19:00
  • 28 Giugno - Ore 14:00-18:00
  • 29 Giugno - Ore 9:30-13:30
  • 30 Giugno - Ore 15:00-19:00
  • 1 Luglio - Ore 15:00-19:00



 

 

Proposta di tirocinio con BuzzMyVideos

Sviluppo di un sistema di analisi delle statistiche proveniente dai social network integrati alla Buzzmyvideos Video Platform.

Buzzmyvideos offre ai creators una piattaforma per gestire i propri video e condividerli sui social network più noti quali Facebook, Twitter, Daily Motion e Instagram. Dalla stessa piattaforma sarà possibile visualizzare le statistiche relative ai video diffusi sulle reti sociali. Lo studente coinvolto nella realizzazione di questo progetto dovrà quindi analizzare le API delle reti sociali, studiare le possibilità di integrazione e gestione dalla piattaforma di Buzzmyvideos. Il lavoro sarà strutturato in fasi iterative basate sullo Scrum e il risultato di ciascuna iterazione consisterà in un'evoluzione di uno o più componenti software completamente funzionanti e pronti ad essere rilasciati in ambiente di produzione.
I componenti del progetto saranno strutturati in tre categorie principali:
● Il frontend che verrà integrato nella dashboard dei creator e consentirà loro di consultare le statistiche di utilizzo dei propri video sulle varie piattaforme;
● Il backend che si occuperà di reperire ad intervalli regolari le statistiche dalle varie reti sociali integrate e a memorizzarle in modo stabile su un database. Un componente separato del backend avrà anche il compito di fornire al front end i dati precedentemente scaricati.
● Il database ospiterà in modo stabile i dati prelevati dalle reti sociali. Il progetto includerà anche degli aspetti relativi alla sicurezza sia nel consentire l'accesso ai creator alle proprie statistiche che nell'autenticare l'applicazione nell'accesso alle API delle reti sociali integrate per l'accesso ai dati.
Il team di lavoro sarà composto da una product manager, una designer grafica, un architetto del software e uno sviluppatore senior che collaboreranno col tirocinante affinché gli sia possibile portare a compimento con successo il proprio progetto. Il risultato del progetto sarà una nuova funzione che i creator che fanno
parte del network di BuzzMyVideos potranno utilizzare attraverso il proprio account sulla piattaforma. Conoscenze richieste: HTML, CSS, Javascript (preferibilmente AngularJS e Node.js), MySQL/MongoDB.

Per inviare la propria candidatura contattare la dott.ssa Antonella Arca antonella@buzzmyvideos.com.

 

 

Tg Rai 3, "Buongiorno Regione" intervista Fabio Roli, Gian Luca Marcialis e Davide Ariu

Il Pra Lab al TGR della Tv nazionale RAI 3 (edizione del 19/05/2016). Il servizio, promosso all'interno della campagna #cittadinoinrete a cura dall'emittente, riguarda le attività di Sicurezza Informatica e Biometria del laboratorio.

 

 

Intelligence 2.0: quando l’illegalità si propaga sul web, il caso ILLBuster

Cybercrime, Cyberterrorism, Intelligence: neologismi anglofoni entrati di prepotenza nel nostro vocabolario quotidiano, sbarcati prima su un panorama di nicchia, quello della comunità scientifica, e poi sullo scenario dell’attualità di tutti. Parole usate, abusate, ripetute e ricercate: nei discorsi dei ministri che anticipano investimenti e finanziamenti nel settore della sicurezza informatica; sulle tastiere dei cittadini che le utilizzano a tal punto da renderle keywords e tag tra le più gettonate degli ultimi tempi...

Articolo completo su ForumPA.it

A cura di Matteo Mauri, Davide Ariu, Fabio Roli, Giorgio Giacinto

 

 

Seminario di Tecnologie biometriche per la sicurezza informatica, Luglio 2015, registrazioni aperte.

Sono aperte le iscrizioni per l'edizione 2016 del Seminario di Tecnologie biometriche per la sicurezza informatica, tenuto dal Prof. Gian Luca Marcialis.

Tutte le lezioni si svolgeranno presso l'aula Mocci, Dipartimento di Ingegneria Elettrica ed Elettronica, secondo il seguente calendario:

22 giugno, ore 14.00-18.00
24 giugno, ore 14.00-18.00
27 giugno, ore 14.00-18.00
29 giugno, ore 14.00-18.00
1 luglio, ore 14.00-18.00 

Il seminario si propone di fornire allo studente una panoramica introduttiva alle tecnologie biometriche per il riconoscimento personale, illustrando i principali algoritmi per l’estrazione di “feature” ed il calcolo di un “punteggio” di similarità tra biometrie di soggetti differenti. Vengono poi dati cenni sulla biometria multimodale.

Crediti: 1 CFU (tesina) - 2 CFU (test finale).

 

 

Battista Biggio keynote speaker a IH & MMSec 2016

Battista Biggio sarà keynote speaker durante la quarta edizione del ACM Information Hiding and Multimedia Security Workshop, evento che affronterà in particolar modo la multimedia information security (steganography/steganalysis, digital forensics/anti-forensics, biometry/spoofing attacks). L'intervento di Battista Biggio sarà incentrato sulla ricerca nel campo dell'Adversarial machine learning. L'evento si terrà a Vigo in Spagna, dal 20 al 22 Giugno.

  

 

 

Disponibile la talk del prof. Fabio Roli a ICPRAM 2016 (Roma, 24-26 Febbraio)

E' disponibile su icpram.org la presentazone del prof. Fabio Roli durante ICPRAM 2016 - International Conference on Pattern Recognition Applications and Methods, appuntamento annuale tra ricercatori della comunità scientifica che si occupano di Pattern Recognition dal punto di vista teorico e applicativo. La presentazione è intitolata Adversarial Pattern Recognition.

   

Dall'abstract:
Pattern recognition systems are currently used in several applications, like biometric recognition, spam filtering, and intrusion detection in computer networks, which differ from the traditional ones. The difference lies in the fact that in these applications an intelligent, adaptive adversary can actively manipulate patterns with the aim of making the classifier ineffective, namely, with the aim of evading it. This kind of problem has been recently named adversarial classification, and is the subject of an emerging research field in the machine learning and pattern recognition communities.
In this talk, I introduce the fundamentals of adversarial classification from the perspective of a designer of pattern recognition systems, and illustrate the concepts of adversary-aware classifier, security evaluation, and defence countermeasures, with examples from security applications like spam filtering and biometric recognition
.

 

 

Fabio Roli nominato Fellow del European Centre for Living Technology (ECLT)

ECLT è un centro internazionale che coinvolge 15 università europee e centri di ricerca internazionali, 2 laboratori di ricerca statunitensi (Los Alamos National Laboratory, e l’Argonne National Laboratory) e 2 società private (Telecom, ProtoLife).

Il Centro è stato finanziato inizialmente dall’Unione Europea per accogliere ricerche scientifiche che si propongono di studiare le proprietà della vita e disegnare tecnologie secondo i principi basilari dei sistemi viventi (quali l’autonomia, la robustezza, la sensibilità, l’adattabilità, l’innovazione continua, l’emergenza di nuove proprietà sistemiche).

L’area del Living Technology è innovativa, con un forte carattere interdisciplinare, e possibili sviluppi su diverse piattaforme: dalle molecole alle macchine alle organizzazioni umane. Il Centro si propone come sede di incontro di studiosi a livello internazionale per svolgere attività di ricerca, di formazione e di diffusione di risultati scientifici; si propone anche come forum di discussione di tematiche sociali ed etiche inerenti le scienze della vita.

 

 

The ILLBuster experience

I risultati del progetto ILLBuster sono stati presentati il 29 Gennaio 2016 presso il TISCALI Auditorium (Dettagli sull'evento).

Alessandra Addari intervista Davide Ariu (Tg TeleCostaSmeralda)


 

Intervista al prof. Roli


 

Intervista al prof. Giacinto


 

Galleria Immagini
 

Rassegna stampa sull'evento

 

 

 

CIPRNet Training Lectures (16 Febbraio 2016)

Il 6 Febbraio 2016, presso il Dipartmento di Ingegneria Elttrica ed Elettronica, Padiglione A, Aula Mocci (Piazza d'Armi, Cagliari), dalle 09:30 alle 11:00, si terrà una CIPRNet training lecture dal titolo Cyber-physical security solutions for critical infrastructure protection.
Gli interventi saranno a cura del prof. Michal Choras e del dr. Rafal Kozik della UTP University of Science and Technology, Bydgoszcz (Polonia).

 

 

ILLBuster Final Workshop and Networking Event


I risultati del progetto ILLBuster saranno presentati il 29 Gennaio 2016 presso il TISCALI Auditorium (Tiscali Campus - Loc. Sa Illetta SS 195, Km 2,300 09122 Cagliari).

E' gradita la registrazione per garantire una più efficiente organizzazione all'evento.

Cyber Security and Intelligence: the ILLBuster Project and Beyond
Il workshop vuole fornire una prospettiva sui temi della cyber security e della cyber intelligence, con alcuni esempi concreti di come il mondo della ricerca, il mondo bancario, le forze dell’ordine e le aziende stiano affrontando il problema.
Nella prima parte verrà illustrato il progetto ILLBuster, finanziato dalla Commissione Europea (DG-HOME) all’interno del bando "Prevention of and Fight against Crime”. Il progetto ha sviluppato un sistema integrato per la rilevazione e la classificazione semi-automatica di contenuti malevoli sulla rete Internet, con particolare riferimento alla rilevazione di domini operati da Botnet alla classificazione di pagine web ospitanti attacchi di phishing e malware, medicinali contraffatti, nonché materiale pedopornografico. A seguire sono previste alcune relazioni di esperti internazionali.

E’ prevista la partecipazione su invito di circa 30 stakeholder, in rappresentanza di forze dell’ordine, enti pubblici, istituzioni bancarie, internet service provider e altri attori di rilievo in ambito europeo.
Ai partecipanti verrà offerto un welcome coffee e un pranzo a buffet.

Agenda del workshop

  • 9.30      Networking welcome coffee
  • 10.00    Opening remarks

The ILLBuster Project Experience - Fabio Roli and Giuseppe Vaciago - Moderator: Stefano Ricci, University of Milan - Bicocca

  • 10:30    Project achievements and lessons learned, Fabio Roli, University of Cagliari
  • 11.00    Towards a technology-aware law: the ILLBuster experience, Giuseppe Vaciago, Tech and Law
  • 11.30    LEA Awards

Moderator: Davide Ariu, University of Cagliari

  • 11.45    The European fight against cybercrime - Aldona Trela, Europol EC3
  • 12.15    Italian Research on Cyber Intelligence and Information Security - Roberto Baldoni, director of Cyber Security National Laboratory
  • 12.45    Networking buffet lunch

Moderator: Juliusz Brzostek, NASK

  • 14.15    Giving the bad guys no sleep - Raj Samani, Intel Security
  • 14.45    Making threat intelligence actionable for securing financial services from cyber attacks - Marco Morana, SVP CITIGROUP
  • 15.15    Closing remarks


Contatti
davide.ariu@diee.unica.it
matteo.mauri@diee.unica.it

 

 

Gian Luca Marcialis relatore invitato al "European Biometrics Symposium", 19 Gennaio

Il Prof. Gian Luca Marcialis è stato relatore invitato al “European Biometrics Symposium 2016”, tenutosi il 19 gennaio 2016 a Martigny. Il titolo dell’intervento è stato “Presentation attack detection for fingerprint biometrics” (programma integrale dell'evento).

Slides dell'unità biometria

 

 

Pluribus One, una neonata start-up con 20 anni di esperienza

Il PRA Lab è lieto di annunciare l’avvio dell’azienda PLURIBUS ONE, nata con lo scopo di trasformare i risultati della ricerca di base in prodotti commerciali.

 

 

Disponibile la talk di Battista Biggio a ICML 2015

E' disponibile su videolectures.net, la presentazone di Battista Biggio durante IMCL 2015 - International Conference on Machine Learning, evento di punta all'interno della comunità scientifica che si occupa di Machine Learning. La presentazione riguarda la pubblicazione Is Feature Selection Secure against Training Data Poisoning?

   

Dall'abstract:
Learning in adversarial settings is becoming an important task for application domains where attackers may inject malicious data into the training set to subvert normal operation of data-driven technologies. Feature selection has been widely used in machine learning for security applications to improve generalization and computational efficiency, although it is not clear whether its use may be beneficial or even counterproductive when training data are poisoned by intelligent attackers. In this work, we shed light on this issue by providing a framework to investigate the robustness of popular feature selection methods, including LASSO, ridge regression and the elastic net. Our results on malware detection show that feature selection methods can be significantly compromised under attack (we can reduce LASSO to almost random choices of feature sets by careful insertion of less than 5\% poisoned training samples), highlighting the need for specific countermeasures.

  

 

Pages